In montagna ci si abbronza prima che al mare e meglio, ma…

In montagna ci si abbronza prima che al mare e meglio, ma…

Ogni tanto sento persone dire che l’abbronzatura in montagna è meno potente di quella al mare. Niente di più sbagliato. In realtà, questa idea nasce dal fatto che il calore dei raggi solari si avverte meno per via dell’aria più fresca. Proprio questa impressione sbagliata ci può portare a restare sotto al sole più tempo del dovuto senza preparazione e protezione adeguate con un pessimo risultato finale: bruciature, insolazioni, screpolature e peggio ancora. Ricorda che se già al primo giorno incorri in bruciature, ti dovrai scordare altri momenti di esposizione al sole, quindi addio bella tintarella. Più si sale in quota, più l’atmosfera si restringe, intensificando l’irraggiamento degli Uvb. Approssimativamente, la quantità dei raggi Uvb aumenta del 4% ogni 300 metri in salita. Dalle 12,00 alle 15,00 meglio pensare al pranzo e al riposino piuttosto che all’abbronzatura, infatti è il momento del giorno solare più a rischio per bruciature e altre brutte sorprese.

COME FARE AD ABBRONZARSI BENE, BELLO E SICURO?

Innanzitutto la preparazione con una scorta sufficiente di sostanze attive, come per esempio il betacarotene che si trova in molti frutti e ortaggi. Carote crude a gogò! Importantissimo effettuare dalla tua estetista uno scrub su tutto il corpo per eliminare le cellule morte di superficie e nutrire la pelle per prepararla a ricevere i raggi solari in maniera appropriata. È indispensabile usare con grande continuità una crema solare di protezione, ma, attenzione, non dovrà essere un semplice “solare” con filtri solari chimici, bensì una crema cosmetica ad alto potere nutritivo e idratante contenente filtri solari. Da ripassare sempre dopo essere entrati in acqua (vedi piscina dell’hotel) anche se la dicitura nella confezione riporta la scritta “resistente all’acqua” o “waterproof”. Consiglio finale: l’abbronzatura più uniforme non la si ottiene restando in posa ma muovendosi. Passeggia, se sei nella piscina dell’hotel entra spesso in acqua.

Per terminare, ecco il consiglio più importante: vieni a trovarci per determinare il tuo fototipo ed effettuare un trattamento di preparazione. È certamente un consiglio interessato ma sono certa che non te ne pentirai.

Barbara Tamburelli